delete

Più sostenibilità e meno emissioni di CO2

Più sostenibilità e meno emissioni di CO2

Più sostenibilità e meno emissioni di CO2 rispetto la vecchia tecnologia

Atlantech ha ritenuto opportuno dare una più corretta valutazione del proprio prodotto brevettato attraverso la cost-benefit analysis, secondo gli standard europei di redazione della stessa (Guide to cost-benefit analysis of investment projects). Il motivo principale è quello di valutare il progetto da un punto di vista sociale oltre che finanziario, tenendo quindi conto delle esternalità positive e negative generate dalla business idea, soprattutto perché il progetto ha come interlocutori/clienti finali proprio le amministrazioni pubbliche locali (così come, in un senso più ampio, i singoli cittadini), le quali per le installazioni dei punti luce potrebbero basare la propria scelta sulla tecnologia che dà il maggior beneficio sociale. Per farlo dovrebbero condurre un’analisi economica per la valutazione e la stima delle esternalità.

Ponendosi nell’ottica del soggetto pubblico si è cercato di assegnare un valore anche all’impatto ambientale del progetto, dando quindi un valore economico alla CO2, sia a quella non generata per l’eliminazione dell’uso del calcestruzzo, sia a quella generata nel ciclo di produzione delle viti di acciaio. Per giungere ad un valore economico della quantità di CO2 risparmiata si è stimato per ogni prodotto della gamma Atlantech il peso della corrispondente fondazione di calcestruzzo (per esempio una fondazione Atlantech Lux modello Heavy sostituisce un plinto di 2.200 kg, e così via).

Stima delle esternalità ambientali positive e negative per singolo prodotto

 

Peso in kg del plinto in cls sostituito

Peso in kg dei prodotti Atlantech

Kg CO2 risparmiata

Kg CO2 prodotta

ATL Short

200

16

41

24

ATL Small

400

26

83

39

ATL Medium

1.100

58

229

87

ATL Heavy

2.200

72

458

108

 

Per esempio, 10.000 fondazioni Atlantech Lux Medium consentono di evitare l’emissione di circa 142 kg di CO2 (229-87) per fondazione, che moltiplicati per 10.000 danno un totale di 1.420.000 kg di CO2, esclusivamente nel ciclo di produzione dei prodotti, senza valutare le ridotte emissioni nel ciclo di installazione grazie a mezzi meno invasivi ed a tempi di posa ridotti del 75% e nel ciclo finale di smaltimento di fine vita.

Il secondo rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change contiene alcune stime relative ai danni derivanti dall’emissione di carbonio nell’atmosfera e di conseguenza il costo sociale del carbonio (SCC, social cost of carbon). Le stime oscillano da un valore di 10$ ad un valore di 350$ per tonnellata di carbonio a causa delle numerose assunzioni che stanno alla base delle simulazioni (sensibilità del clima, tempi di risposta,  trattamento del rischio, possibili perdite catastrofiche, tassi di interesse, ecc.).

Sono sempre più numerose le Pubbliche Amministrazioni che hanno introdotto vincoli urbanistici tarati sulle emissioni di anidride carbonica. Tali azioni evidenziano la presenza di una linea politica generale, a livello almeno comunitario, diretta al contenimento delle emissioni e al progressivo raggiungimento dell’obiettivo “zero emissioni” nella costruzione e nel mantenimento del tessuto urbano.

La produzione di calcestruzzo conta almeno dal 5% all’8% delle emissioni di CO2 nell’atmosfera ogni anno, producendo in media circa 0,5 tonnellate di CO2 per m3 di calcestruzzo.

Da queste esternalità si possono immaginare e stimare gli enormi benefici ambientali che si otterrebbero con l’introduzione di questo sistema di posa, sia nei nuovi impianti sia nelle opere di riqualificazione, in Italia ed in tutta Europa. Basti pensare che uno studio della Commissione Europea “Public Street Lighting” prevede dal 2010 al 2020 l’installazione sulle strade europee di circa 7,6 milioni di nuovi pali di illuminazione, circa 800.000 nuovi pali di illuminazione per l’Italia.

Smart Cities and Communities. L’attuale vision nazionale ed europea relativa alle Smart Cities and Communities funge da motore e da volano per la business idea Atlantech che applicherà questo sistema di fondazione al futuro palo della luce intelligente per una nuova rete infrastrutturale elettrica “pensante”, con applicazioni che vanno dalla ricarica elettrica per autoveicoli alla comunicazione in tempo reale con il pubblico, dall’illuminazione ecologica di qualsiasi area, sito o strada alla telesorveglianza di aree urbane, dall’access point WiFi a banda larga alla diffusione sonora real time, dal rilevamento delle condizioni meteorologiche ad una funzione multimediale interattiva per finire a funzioni di carattere turistico. In quest’ottica pensare ad una sostituzione graduale dei “classici” pali della luce diventa realtà, soprattutto se installati ad un costo di mercato competitivo.

Accendi
una nuova era
nel mondo
degli impianti
di illuminazione

Stop a grandi cantieri, pericolose demolizioni
e costose ricostruzioni. Scegli Atlantech
per interventi rapidi, sicuri, facili da realizzare
e a basso costo. Nel rispetto dell'ambiente.

Contattaci senza impegno, ti invieremo voci di capitolato,
scheda tecnica completa e DWG del prodotto.

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra privacy policy.
Hai accettato l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito